Region 3 -2020 - 1.png
GREECE HEADER 1.png

Seva in Grecia Ottobre 2020

Nel mese di settembre, I devoti greci hanno iniziato una nuova attività di Seva, in collaborazione con due panifici, nel centro di Atene. Dal lunedì al sabato, i devoti vanno nei panifici all'orario di chiusura e prendono i prodotti invenduti, che sono tipici snack greci salati o dolci chiamati “koulori”, per poi portarle in diverse istituzioni, quali orfanotrofi, case di riposo per anziani, centri di assistenza per famiglie povere e organizzazioni della Chiesa che servono cibo ai senzatetto. Questo è un Seva che richiede molta dedizione e coordinazione tra i devoti, in quanto viene svolto tutti i giorni ad orari stabiliti.

koulouri%202_edited.jpg
koulouri 1.jpeg

I devoti greci hanno inoltre espresso il loro amore fornendo a varie istituzioni prodotti di cui avevano bisogno:

 

  • Scatole di cibo ad una istituzione per bambini con disabilità mentali e ad un orfanotrofio

  • 150 paia di biancheria intima all'Associazione per la Protezione dei Minori

  • Accordato prezzi inferiori per i consumi elettrici, per la stessa Associazione

  • Ogni mese vengono consegnate 20 pizze ad un'istituzione per bambini per disabilità

  • Molti giocattoli speciali per un'istituzione per bambini con autismo

karditsa floods (2).jpg
karditsa aid.jpeg

Seva Nelle Aree Alluvionali

 

 

A metà settembre, una sera ondata di maltempo ha colpito molte regioni della Grecia, e i forti venti e le abbondanti piogge hanno distrutto molte case e villaggi, costando la vita a tre persone. Una delle aree più afflitte è stata la città di Karditsa. Con la maggior parte delle aree della città allagate e senza elettricità, trovare da mangiare è stata una vera sfida per gli abitanti del luogo, per molti giorni. Seguendo l’iniziativa dei devoti greci, i quali hanno mobilitato un’associazione di compagnie greche, sono state inviate in questa regione grandi quantità di cibo e altri beni di prima di necessità: 500 kg di fagioli, 500 kg di riso, 854 kg di pasta, 144 confezioni di salsa di pomodoro, 60 scatole grandi di biscotti, 1125 kg di farina, prodotti caseari, succhi e bevande, latte, prodotti per l'igiene ecc.


Infine, come ogni mese, sono state distribuite 80 scatole di beni di prima necessità alle famiglie povere di Anavyssos, un’area che, solo qualche settimana fa, è stata purtroppo colpita da un incendio.

karditsa floods.jpg
Anavyssos fires.jpg