Associazione Esaudire

L’associazione “Esaudire” è stata costituita a fine 2017 da un gruppo di amici legati da valori condivisi, con l’intento di promuovere servizi per le persone in difficoltà socio-economica e per i senza fissa dimora; la caratteristica che ci distingue dalle altre associazioni ed istituzioni, è la predisposizione con cui offriamo un determinato servizio: cerchiamo di avere una prospettiva diversa e soprattutto un approccio tutto nuovo alla persona che “ci riceve”, alla quale offriamo il servizio e che ascoltiamo per “esaudire” le sue esigenze ed i suoi sogni. Uno dei nostri punti fondamentali è proprio il rendere la persona il centro del servizio, il suo primo ed unico focus, insieme all’ascolto e alla condivisione di un percorso di ripresa del proprio IO.

Ad oggi sono già molti i servizi che offriamo, riconosciuti ed apprezzati nel territorio in cui operiamo. Ogni servizio è basato sui principi-valori umani, enunciati nel nostro statuto ed ai quali siamo molto legati; molti sono i volontari che svolgono questi servizi: giovani e meno giovani, professionisti e non, tutti legati ai valori appena menzionati.

 

I servizi offerti, a cui tutti possono partecipare e contribuire, sono:

- “Accompagnarsi”: impegna i volontari a recarsi insieme alle persone senza dimora, ospitate nelle strutture d’accoglienza con cui “Esaudire” collabora, nei luoghi in cui hanno una visita medica od un appuntamento per risolvere questioni burocratiche. “Esaudire” crede che accompagnare una persona senza dimora a rinnovare la carta d’identità, a fare un controllo medico o a ritirare un qualsiasi documento sia un ottimo modo per costruire una relazione sana e serena. Per una persona che ha perso tutto (dalle relazioni alla casa) può essere difficile riattivarsi ed affrontare un percorso burocratico, che spesso è farraginoso e poco chiaro. In questo percorso la presenza di uno o più volontari non è solo un modo per raggiungere l’obiettivo con più sicurezza, ma diventa anche l’occasione per riempire un tempo morto con una relazione viva e vivificante. Per questo il nome del servizio è “Accompagnarsi”, perché non sia solo il volontario ad accompagnare la persona in difficoltà, ma anche il contrario: il volontario si lascia accompagnare in un mondo che va ricostruito e che può essere ricostruito solo a partire da questi passi insieme!

“BIP – Beni Primari Immateriali” : BIP è un progetto di supporto alle strutture che si occupano di accoglienza e prevede di soddisfare quei bisogni necessari all'autodeterminazione di una persona, come la necessità di sperimentare l'arte, la bellezza ed il sogno. Abbiamo organizzato concerti di musica con l’aiuto di diversi artisti, che hanno offerto il loro tempo e la loro arte a tutti i partecipanti; i volontari hanno aiutato negli allestimenti e nella preparazione dei buffet serviti al termine dei concerti. Durante l’annuale giornata conclusiva ci sono state mostre d’arte, spettacoli teatrali, proiezioni di film ed una cena condivisa tra le persone del quartiere, gli artisti e tutti i partecipanti all’evento. Il tutto in una cornice relazionale sana e positiva!

Osteopatia and Coaching” : lo scopo di tale servizio è offrire alle persone senza dimora un aiuto che agisca su tre livelli fondamentali per la ricostruzione della propria storia e per immaginare il proprio futuro:

  • il corpo;

  • il significato che diamo alla nostra situazione;

  • il focus su cui concentrare le energie e le risorse.

Crediamo in un approccio integrato alla persona, finalizzato ad intervenire tanto sulle sintomatologie dolorose (attraverso un trattamento osteopatico) quanto sulla realizzazione del potenziale umano (attraverso una sessione di life-coaching). Molto spesso le difficoltà che viviamo a livello fisico sono la manifestazione di bisogni, desideri e talenti rimasti silenti e inascoltati per molto tempo. Quando diventa possibile ascoltare e ascoltarsi, diventa anche possibile raccontarsi in modo nuovo, in modo proattivo. Per questo proponiamo un approccio su più livelli volto a sbloccare i limiti fisici delle persone e parallelamente attivare e supportare percorsi creativi di auto-realizzazione.

Il compito dell’osteopata è quello di ripristinare la libertà di movimento dei vari distretti corporei così da permettere che le risorse energetiche incapsulate a livello somatico ed emozionale siano veicolate verso la naturale riattivazione dei meccanismi di autoguarigione e possano essere nuovamente impegnate nello sviluppo di potenzialità e risorse allineate con la propria natura ed i propri desideri.

Il “Life-Coaching” è un metodo di sviluppo, un percorso di crescita e cambiamento. Attraverso questo metodo alleniamo la creatività personale, le potenzialità, le competenze ed i punti di forza. Il “Life-Coaching Umanistico” ha una nuova visione del “talento”, inteso come risultato di un esercizio che sviluppa una competenza eccellente ed in armonia con la persona e con la felicità sua e degli altri (non necessariamente generata dalla natura, ma sviluppata dall’esercizio).