Geo-Consapevolezza 

Uomo E Natura, Una Diversa Prospettiva Grazie All’Arte

Domenica 4 novembre con i ragazzi dell’associazione “Alchimia”, fondata da persone con lievi disabilità mentali e dalle loro famiglie, ci siamo incontrati per una gita presso le Terme di Caracalla. Siamo andati a vedere la mostra di Mauro Staccioli, esposta in un ambiente storicamente suggestivo, per poter “toccare” con mano e sperimentare direttamente la visione dell’autore sulla tematica “uomo-ambiente”, approfondita durante la visita, partendo da alcuni riferimenti all’incontro precedente.

I volontari hanno condotto un primo momento di divulgazione all’inizio della visita, spiegando il percorso della giornata e riportando all’attenzione gli aspetti socio-ambientali dell’incontro. La biografia dell’autore è stata brevemente raccontata per contestualizzarlo così da poter spiegare al meglio le sue opere. Si è parlato di come la percezione che l’uomo ha del mondo circostante condizioni le sue azioni ed il suo rapporto con la natura, ma anche di come questa relazione sia in continua trasformazione nel tempo e soggetta ad un dialogo.

Si è trattato anche di come questo scambio abbia permesso all’uomo di adattarsi all’ambiente e di come esso stesso ci fornisca la forza e l’ispirazione al cambiamento personale e/o sociale. In quanto ogni luogo è portatore della storia che ha ospitato e ne è creatore, influenzando con la sua anima le scelte umane. Per l’artista ogni opera nasce per un preciso ambiente e ad esso è legata come espressione della sua essenza modellata in geometrie plastiche, che ne rivelano la verità più profonda rendendola visibile. L’ultima parte dell’introduzione è stata dedicata alla questione della scelta dei materiali in campo artistico e della loro sostenibilità ambientale, nonché dell’azione che la natura ha sulle opere esposte all’aperto (es. le piogge acide).

Nonostante il maltempo siamo riusciti a cogliere il messaggio proposto dall’autore:  l’anima di un posto può sottintendere un concetto sociale importante e suscitare sentimenti condivisibili con più persone; le sue opere ci hanno fatto scoprire che un sito, come le Terme di Caracalla, antiche e caratteristiche di Roma, possano essere integrate benissimo in un contesto di arte moderna proprio perché hanno una storia e una vita ancora attuale. I partecipanti alla gita sono rimasti molto coinvolti, nonostante il disagio dovuto alle intemperie, in molti hanno colto lo spirito dell’autore tanto da proporre di rivisitare la mostra per assaporarne meglio i concetti. Purtroppo, nell’immediato futuro, non sarà possibile, ma indubbiamente le considerazioni di tutti i partecipanti saranno raccolte nel prossimo incontro, cosi da poter continuare al meglio il progetto Geo-consapevolezza.