Nutrire i Senzatetto

Non perdere mai l'opportunità di sfamare i bisognosi"...Mi ricordo le parole di mio padre da bambina. Anni dopo ed in una terra straniera, mi è stata data questa splendida occasione grazie all'iniziativa dei giovani Sai chiamata, ‘feeding the homeless’ (n.d.t. Nutri i senzatetto).

Durante la mia crescita sono stata fortunata e benedetta visto che non ho mai dovuto preoccuparmi da dove arrivasse il mio pasto successivo. I miei genitori mi hanno trasmesso, fin dalla più tenera età, la gratitudine per il soddisfacimento, che molti reputano scontato, delle necessità primarie; ed anche la necessità di restiture alla società le cose ricevute ogni volta che fosse stato possibile. Per questo quando si presenta la possibilità, sono entusiasta di fare la mia parte.

Nei mesi passati i giovani hanno intrapreso una nuova iniziativa con lo scopo di nutrire 32 senza fissa dimora in un posto nuovo ad Eindhoven, nei Paesi Bassi. Sono stati distribuiti pasti sia indiani che di cucina internazionale, che includevano il dolce, con cadenza settimanale. Inoltre, i giovani hanno raccolto i feedback dei voltari in gestione del servizio con l'obbiettivo di migliorarlo continuamente, in modo da comprendere le necessità dei bisognosi per servirli al meglio.

Forse non si può spiegare a parole, ma l'appagamento che si ottiene con questo Seva è divino. A livello personale la possibilità di cucinare per Swami in due occasioni speciali, il Suo compleanno ed il Natale, è stato veramente molto gratificante, ma ha rappresentato anche un momento di umiltà.