Seva Noticias de España

Il gruppo di Giovani Volontari in Sai si è nuovamente incontrato il 5 luglio per la loro attività di Seva, nel comune di Prades. Questa volta la novità è stata la collaborazione con un’altra associazione che a sua volta ha a che fare con problemi sociali e offre aiuto a persone bisognose. Quando si è sparsa la voce che i giovani volontari in Sai hanno eseguito un lavoro di pulizia, si sono offerti di lavorare assieme a noi.

Hanno iniziato a lavorare tutti assieme alle 9.00 del mattino, con addosso le vesti fluorescenti, i guanti e i sacchi della spazzatura. Hanno lavorato per molte ore, pulendo i lati della strada. Otto giovani volontari più quattro adulti, di diverse nazionalità, si sono riuniti per compiere questo bellissimo compito.

Era una giornata davvero calda, per cui è stata una grande conquista per i giovani spendere cinque ore camminando e raccogliendo tutta la spazzatura che potevano trovare, e farlo di buon umore.

Come in occasioni precedenti, mentre stavano facendo Seva, persone che passavano in macchina o a piedi mostrarono loro chiari segni di riconoscimento e supporto.

Poiché il 5 luglio coincideva con il giorno in cui in tutte le scuole superiori venivano dati i voti finali, alla fine del loro Seva, invece che fare merenda assieme, tutti sono andati via velocemente per andare a prendere i propri voti.

Alla fine dell’attività, uno dei nostri Giovani Volontari ha preso tutti i sacchi della spazzatura che aveva lasciato in posti strategici e li ha portati al Centro di Riciclaggio.

È stata una benedizione e una sensazione meravigliosa essere in grado di condividere quei momenti con nuove persone e molto verosimilmente entrambi i gruppo collaboreranno di nuovo in futuro.

Il gruppo di Giovani Volontari in Sai è diventato consapevole che non è sempre necessario lavorare da soli per creare nuovi progetti, me che il singolo gruppo a volte può anche aiutare altre associazioni che stanno già lavorando a progetti sociali, offrendo aiuto e servizio.

Non importa se il gruppo Seva sia piccolo e se loro non sappiano da dove partire per offrire il loro servizio. È necessario solo guardarsi intorno per essere in grado di trovare altri gruppi con simili obiettivi e quindi collaborare unendo le forze. Questo è il motivo per cui i giovani si sono particolarmente felici in quel giorno; perché hanno realizzato che erano anche un gruppo di persone che “AIUTANO ALTRI CHE A LORO VOLTA AIUTANO”.

Vogliamo aggiungere che, abbastanza stranamente, alcuni giorni fa, alcuni dei partecipanti del nostro gruppo Sai hanno assistito a come un altro gruppo di giovani stavano a loro volta pulendo i lati della strada!

 

La magia di Swami non ha limiti, e ogni volta in cui agiamo con amore, essa è contagiosa.