Personal Transformation Experience
ITALY HEADER.png

Dall’Io A Sai

Mi chiamo Maria,ho 29 anni e vivo a Napoli. In questo racconto vi parlerò della mia trasformazione.  Il cambiamento ci fa paura,noi esseri umani siamo troppo legati alle nostre abitudini,soprattutto a quelle cattive.

Io sono la prima! Un cuore trasformato da Dio è tutt’altra cosa. Non ci sono parole magiche che innescano un cambiamento, ma é quando decidi di aprirti a Dio che la magia accade dentro di te. Questo perché non siamo noi a cambiare ma è Dio che si muove attraverso di noi dal momento in cui glielo permetti, abbandonandoti a Lui completamente. 

Dio ci lascia liberi se però ci mettiamo seriamente nelle Sue mani,Lui ci cambierà. 

 

Tutto inizia 5 anni fa, quando decido di fare il mio primo passo verso Baba,Maestro fino ad allora che ammiravo per i racconti che ascoltavo ,ma che non attirava più di tanto la mia attenzione.

Il passo che decido di fare nasce dalla ricerca, dalla voglia di conoscere la Verità, dalla voglia di dare una svolta positiva alla mia vita che vedevo sempre più dirigersi verso strade senza uscita. 

Questa voglia di rinascere scatta in parte grazie a mio fratello che è la mia più grande fonte d'amore e d’ispirazione,che cercava da sempre di sensibilizzarmi raccontandomi di Baba,di quello che potevo ricevere avvicinandomi a Lui,mi parlava di questa felicità che non si trova altrove ma solo in Sua Presenza,cercava di portarmi ai Satsang,ai Darshan,ma come la maggior parte dei ragazzi di oggi,purtroppo mi attirava il mondo con la sua felicità illusoria.

Tutte le sere frequentavo locali dove si consumano bevande alcoliche,cattive compagnie,ed una volta finita la festa restavo per strada fino al mattino seguente a sprecare il mio tempo in cose inutili e distruttive. 

Tutto questo fatto per anni mi portò a nutrire solo sentimenti negativi.Ero sempre infelice,arrabbiata con tutti, con la mia famiglia,delusa da questo mondo che non mi lasciava niente se non un grande vuoto. 

Decido dunque da un giorno all’altro di  diventare vegetariana e seguire l'esempio di mio fratello e la moglie per iniziare a purificare qualcosa di me.

Dopo questa decisione,condussi comunque la vita di sempre, uscivo di notte,sempre nei locali ma senza più alcolici.Tutto sempre pensando a Baba.

Col passare dei giorni iniziavo a sentire in me qualcosa di strano,di diverso. Non mi divertivo più quando uscivo,non mi divertiva più stare con quelle persone,iniziava a non piacermi più quell'ambiente.

Una sera come tante,accade qualcosa che sento fortemente come un chiaro segno Divino.Ero in un locale,ferma in un angolo e annoiata,si avvicina uno sconosciuto e mi dice"ma tu cosa ci fai qui dentro,questo posto non fa per te!”

Io rimasi impietrita.(questo episodio si ripeté per altre 2 volte con persone diverse e sconosciute ma con le stesse frasi) Inizio a riflettere su questi episodi uguali,arrivando alla conclusione di decidere finalmente di allontanarmi da tutto e tutti e di iniziare a capire cosa dovevo fare per me, mi ponevo mille domande e cercavo infinite risposte.

-cosa devo fare per essere come Te?

-cosa devo fare per Farti felice?

-cosa devo cambiare per essere degna di essere Tua devota?

Ed attraverso queste domande e riflessioni ho capito cosa Dio compie in un’anima che vuole seriamente cambiare.

Ti manda infiniti segnali,ti manda persone,ti succedono cose surreali quando Decide di metterti sulla Sua strada. E quando riesci a mettere insieme i pezzi dei suoi Infiniti segnali che comprendi la Sua presenza,il Suo immenso amore.

Ho iniziato così ad andare ai suoi Darshan,ai Satsang e agli incontri mondiali dei giovani. Stare insieme a grandi anime mi ha aiutato ulteriormente al cambiamento che volevo e che Swami stava attuando per me.

Poi l’India finalmente nel 2017,94esimo compleanno di Swami,che mi stravolge completamente l'anima.

Sentii in quei 7 giorni l'amore di Baba che mi fluiva nelle vene ogni volta in modo sempre più potente. Mi successero tantissime cose che poi ho tradotto come Sue prove, suoi infinitu segni colmi di un amore inspiegabile che mi hanno completamente legata a Lui e alla Sua missione nel Mondo.

Una volta tornata in Italia ho intrapreso il servizio per i senza fissa dimora ogni lunedì e sabato pomeriggio per la preparazione dei pasti e la sera per la distribuzione in strada.

Questo servizio mi ha dato molto più di quanto io abbia dato a loro.Ogni volta che faccio Seva penso a Baba e riesco a donare tutto l’amore che ho dentro.

Voglio che il Suo amore fluisca nel cibo destinato ai fratelli in strada attraverso di me così che possano anche loro sentire nel cuore la grandezza di Swami.

Quando incrocio i loro sguardi ricevo dai loro occhi un mix di emozioni,tristezza,solitudine,speranza,rabbia,gratitudine,mancanza di affetto,abbandono e soffro per la loro condizione, ma poi penso che ogni lunedi e sabato posso stare con loro,posso donare amore,cibo,calore,sorrisi,parole di conforto,quello che a loro manca e che Swami mi chiede di donargli. É così che torno ad essere felice,felice di poter essere presente in queste preziose opportunità che Dio ci dona, l’opportunità di servirLo,continuando la Sua missione.

Se prima vivevo la mia vita credendo di essere IO e nient'altro ,il vero cambiamento in me è avvenuto quando ho capito di aver cancellato e dimenticato la “D" che c’era davanti a “IO"(D-IO) ,ora che ho riunito Lui e me, ci siamo fusi e c'è solo DIO.

Maria

Region 3, Italy