Personal Transformation Experience

Fede e Forza di Volontà

Vorrei condividere la mia esperienza di trasformazione, ma non sono realmente sicura di cosa sia. Per poter parlare della mia trasformazione personale, suppongo di dover analizzare me stessa e capire le differenze tra com'ero e come sono. Penso sia stato Swami ad iniziare il mio percorso.

La prima volta che mia madre mi ha parlato di Swami avevo circa 13 anni e,  da quanto posso ricordare, ho sempre creduto che Lui fosse l'avatar e nelle storie riguardanti il lavoro che stava facendo. Tuttavia, come giovane adolescente, non avevo voglia di ascoltare cosa mia madre aveva da dirmi al riguardo, non ne volevo sapere nulla.

Ci sono voluti molti anni perché le cose iniziassero a cambiare. Nell'aprile 2015, Swami è venuto in Italia per la Visita Divina nella Sua Forma Sottile. Allora ero una nuova arrivata e non sapevo bene di cosa stessero parlando, non ci capivo molto. Tuttavia è successa una cosa che non dimentichero' mai; a fine Visita, Swami ci ha detto che ci avrebbe aspettati tutti in India, in occasione dei festeggiamenti del suo novantesimo compleanno. Fino a quel momento non avevo mai considerato la possibilità di andare in India, ma poichè era stato Swami ad invitarci, sapevo di dover andare. Ricordo ancora la faccia stupita di mia madre quando ha realizzato che sua figlia, solitamente disinteressata, voleva partire.

Solitamente pianifico ogni dettaglio di un viaggio, ma per l'India non ne ho sentito la necessità. Ho iniziato a prepararmi, e ho lasciato che le cose accadessero come dovevano, senza preoccupazioni. Swami si stava già occupando di tutto. Ricordo ancora quel primo viaggio e le emozioni provate. Ero una nuova arrivata, nuova nel mondo dei devoti, e mi sono sentita completamente inesperta e non ancora conscia di tutto quel che succedeva intorno a me. Giorno dopo giorno vedevo gli altri devoti sopraffatti dalle lacrime durante i Darshan, mentre stavo ancora cercando di capire cosa stesse succedendo, e sono giunta a pensare di avere qualcosa di sbagliato per cui non ero in grado di provare le stesse emozioni di chi mi stava intorno. Perchè ero l'unica a non sentire nulla? Non avevo risposta. Ho deciso di essere paziente e dare a me stessa del tempo per abituarmi a quel nuovo mondo e a come mi sentivo.

 

Una volta tornata a casa dopo quella prima visita a Swami, ho notato alcuni cambiamenti nel mio comportamento e nel modo in cui affrontavo i problemi dela vita quotidiana. In quel periodo stavo facendo volontariato in ospedale, e io mio lavoro presentava facilmente momenti difficili. Ho notato cambiamenti proprio nella mia reazione a quei momenti difficili che dovevo affrontare, perché ero molto più calma. Anche le mie colleghe se ne sono rese conto e me l'hanno fatto notare più volte. Avevo un diverso modo di affrontare il mondo, un atteggiamento più positivo che in precedenza, cercando di trarre il meglio da ogni situazione.

Oggi, sto cercando di pensare a nuovi modi per cambiare intenzionalmente me stessa, per riuscire ad usare intelligentementee a cuore aperto la mia forza di volontà e la fede in Swami per capire meglio me stessa e far uscire e sfruttare i lati migliori del mio carattere. Gli insegnamenti e i discorsi di Swami sono una fonte di ispirazione, motivazione e saggezza che mi guidano. Chiedo solo a Swami di tenermi d'occhio e guidarmi nel mio cammino di trasformazione.


Ad oggi posso dire che la mia trasformazione stia continuando ininterrotta, su vari livelli. Tutti noi compiamo una piccola trasformazione giorno dopo giorno, a volte ce ne accorgiamo, a volte no.


Dobbiamo solo ricordarci di essere grati a Swami per averci accolti e per la Sua amorevole guida.

Eleonora Brussato

Region 3, Italy